I miti del sesso: quante calorie si bruciano?

Non tutti gli sportivi sono uguali, alcuni sentono la necessità di allenarsi duramente ogni giorno, altri sono più metodici e preferiscono un programma di workout più ponderato e leggero, altri ancora si dedicano all’attività sportiva a tempo perso e per il solo gusto di fare qualcosa di diverso. In ognuna di queste categorie si alternano soggetti più ligi al dovere e altri più pigri. Quante volte abbiamo rinunciato a correre all’aperto perché fuori c’era mal tempo? Ebbene, farà piacere sapere che un discreto numero di calorie può essere bruciato anche senza recarsi in palestra o al parco, ma semplicemente standosene a casa sotto le lenzuola in compagnia della propria metà.

In due parole: facendo sesso.

Non poche ricerche dimostrano infatti come fare l’amore faccia bene alla salute, permettendo di bruciare in media durante un’intera “sessione” 120 calorie per gli uomini e 90 per le donne, l’equivalente di una vivace camminata in collina, di un doppio a tennis o di 15 minuti di jogging. Il sesso sembra apportare particolari benefici soprattutto agli uomini, che nel momento topico pare che riescano a bruciare le stesse calorie che si brucerebbero in 30 minuti di tapis roulant.

In questo articolo approfondiremo proprio quali sono gli aspetti positivi del sesso nel contesto più ampio dell’attività sportiva, e lo faremo partendo da alcuni dati messi a disposizione da un’equipe medica che ha studiato esattamente questo particolare argomento.

Benefici del sesso: i dati scientifici

I dati in questione sono stati estrapolati da uno studio del 2013 apparso sulla rivista scientifica PLOS One, che prende il nome abbastanza eloquente di Energy Expenditure during Sexual Activity in Young Healthy Couples (‘Consumo di energia durante l’attività sessuale in giovani coppie in salute’) e che è stato condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università del Québec. Oggetto di studio della ricerca sono state 20 coppie eterosessuali di età compresa fra i 18 e i 35 anni alle quali è stato chiesto di avere rapporti sessuali una volta a settimana per un mese. Alle coppie è stato chiesto di svolgere l’attività regolarmente, senza variazioni rispetto a quelle abitudinarie e senza l’ausilio di droghe, alcol o di medicinali atti a scongiurare la disfunzione erettile maschile quali ad esempio il Viagra.

Ai soggetti è stato poi chiesto di correre per trenta minuti sul tapis roulant indossando apposite polsiere che misurassero il consumo di energia, e infine di compilare un questionario nel quale dichiarare secondo la propria esperienza quale fosse stato il grado di apprezzamento di entrambe le attività.

I ricercatori hanno quindi registrato quante calorie bruciasse ogni individuo in ognuna delle due circostanze, nonché il cosiddetto Metabolic Equivalent of Task (MET). Il MET è un valore assoluto, necessario in studi di questo genere per mettere a confronto due attività non strettamente relazione fra loro. Si ottiene comparando il numero di energia spesa per svolgere un determinato compito, prendendo come punto di riferimento il riposo assoluto che – in quanto punto base della scala – sarà contraddistinto dal valore di 1-MET.

Calorie bruciate durante il sesso: come un doppio di tennis

I risultati hanno dimostrato che in media gli uomini bruciano 4,2 calorie al minuto facendo sesso rispetto alle 9,2 di media sul tapis roulant. Proporzione simile per le donne, che a fronte di 7,1 medie al minuto calorie bruciate correndo ne bruciano 3,1 al minuto in una sessione di accoppiamento. Quanto al valore di equivalenza metabolica, se il riposo è uguale a 1-MET il sesso raggiunge il valore di 6-MET per gli uomini e di 5,6 per le donne, più o meno lo stesso che i rispettivi generi fanno registrare durante una partita di tennis svolta in doppio misto. Si tratta di valori che chiaramente permettono all’attività sessuale di poter essere considerata un valido sostituto per alcune sessioni all’aperto.

Per di più, lo stesso studio conferma (ma questo non sorprende più di tanto) che sia gli uomini che le donne hanno considerato in generale più piacevole l’attività sessuale che i 30 minuti di corsa. Più precisamente, il 98% dei partecipanti ha dichiarato di aver apprezzato più il sesso che la corsa, e l’81% ha dichiarato di aver provato un piacere personale molto elevato sotto le lenzuola anziché piuttosto che sul tappetino. Ma se è vero che ci si aspettava un risultato del genere, è anche vero che tale dato può essere fondamentale per organizzare il proprio piano di work out. Dati alla mano, infatti, nulla esclude di inserire il sesso in qualsiasi programma di allenamento, in sostituzione magari dell’ennesima sessione di jogging che qualcuno potrebbe trovare noiosa, ridondante o ripetitiva. Chiaramente non si tratterà di una sostituzione sistematica, ma di una valida alternativa da poter prendere in considerazione per ottenere un piano più variegato e quindi stimolante.

Fun Fact: esiste addirittura un calcolatore di calorie bruciate durante il sesso. Lo trovi qui: https://www.drfelix.co.uk/sex-workout-calculator/

L’importanza di fare l’amore per stare bene

Anche confortati dai dati e dalle analisi del sito Diodelsesso.net, è altrettanto chiaro che in termini assoluti e a parità di tempi di esecuzione la corsa permetta di bruciare più calorie: l’accoppiamento difficilmente raggiunge la mezz’ora di tempo e quindi difficilmente permetterà di raggiungere gli 8,4/8,5 valori di MET che invece sono stati fatti registrare sul tappetino. D’altro canto, è anche vero che nonostante il periodo di attività sia mediamente minore, alcuni soggetti maschili sono arrivati a bruciare più calorie per minuto durante il sesso che durante la corsa.

Ciò che traspare dallo studio, quindi, è che l’attività sessuale non solo è un momento importante della vita dell’essere umano, ma sembra avere un impatto positivo sulla salute mentale, fisica e sociale di ognuno, che in ultima analisi si traduce in un miglioramento generale della qualità della vita. Molto più in generale, la ricerca appare di portata ben più ampia di ciò che sembri: l’attività sessuale ci accompagna dall’età postpuberale fino agli ultimi anni della nostra vita, ha quindi una rilevanza non di poco conto sul nostro benessere generale ed è quindi importante che venga studiata anche in relazione a quelle che sono le attività per mantenersi o tornare in forma.

Riassumendo: durante l’accoppiamento gli uomini bruciano circa 120 calorie, le donne 90, valori che rendono il sesso un valido candidato per essere inserito nel programma di allenamento di chiunque ami stare in forma, magari facendo qualcosa di piacevole.

Il miti del sesso, quante calorie si bruciano

Category: ManVsWoman
0