Tre integratori per atleti esperti (Advanced Kit)

Sei un atleta, uno sportivo, hai già una cultura di base dell’alimentazione, sai bene come sviluppare e mantenere la tua muscolatura. Hai un fisico allenato e hai probabilmente già testato tantissimi supplementi (non hai certo bisogno di me per conoscere gli aminoacidi ramificati o la creatina, o sapere che il Tribulus Terrestris è la più grande bufala del secolo!).

Hai raggiunto il top delle tue performance, magari ti trovi nel cosiddetto “stallo”, vuoi ulteriormente crescere, definirti, trovare maggiore soddisfazione al termine dei tuoi allenamenti.

Quelli di seguito sono gli integratori (ognuno dei quali con la sua bella letteratura scientifica di supporto) che non possono mancare nel tuo arsenale.

1. Ecdysterone

Forse ne hai sentito parlare. E’ anche detto Beta-Ecdysterone, o 20-idrossiecdisone, è in buona sostanza, un fitosterolo prodotto da maca e spinaci. Fino a qualche tempo fa esistevano studi molto promettenti ma solo sui roditori. Recentemente uno studio condotto su atleti umani ha confermato le potenzialità sull’accrescimento della forza e della massa muscolare (similarmente agli anabolizzanti) dell’ecdysterone: “Ecdysteroids as non-conventional anabolic agent: performance enhancement by ecdysterone supplementation in humans” (maggio 2019).

Se creatina, BCAA e caseine non ti bastano più, è il momento di dare una chance all’Ecdysterone.

È un integratore (relativamente) nuovo e non ancora diffuso, lo dimostra anche la penuria di scelta su Amazon.it, personalmente l’ho provato e funziona alla grande.

Modalità di assunzione: l’Ecdysterone si trova generalmente in compresse, da prendere una la mattina a digiuno, una la sera con il pasto principale, indipendentemente che sia un giorno di training o un giorno di riposo.

2. L-Citrullina

Sull’utilità della citrullina a fini sportivi (e non solo!) ho già speso molte parole nel mio post: “TRE INTEGRATORI DI CUI NON POTRAI PIÙ FARE A MENO (IL RESTO È SPAZZATURA)” (la Citrullina era seconda, dopo l’Omega 3, per la cronaca).

La citrullina è precursore dell’arginina, la quale presenta notevoli benefici:

  • Detossificante dell’organismo
  • Precursore Ossido Nitrico
  • Precursore della Creatina
  • Stimola le difese immunitarie
  • Regolarizza la pressione sanguigna

L’assunzione ORALE dell’arginina, tuttavia, non ne modifica i livelli plasmatici (e francamente mi chiedo perché molti, troppi integratori la includano in polvere o compresse).

La citrullina quindi, quando assunta oralmente, in polvere o compresse, porta ad un reale aumento dei livelli di arginina nel sangue.

Inoltre la citrullina dona allo sportivo:

  • proprietà antiarteriosclerotiche
  • maggiore energia negli sport che richiedono sforzi prolungati e intensi
  • maggiore resistenza alla fatica
  • velocizza i tempi di recupero dopo l’attività sportiva

Personalmente, posso rinunciare a qualsiasi integratore (scherzo!) ma non alla Citrullina.

3. ZMA

Con l’acronimo “ZMA” si intende una combinazione di monometionina aspartato di zinco, aspartato di magnesio e vitamina B-6. È un nome riconoscibile trovato su diverse etichette di integratori, tra cui supplementi per il sonno e booster di testosterone. L’integrazione di ZMA è volta ad aumentare la forza muscolare e i profili ormonali.

Di fatto è un semplice integratore di zinco e magnesio, due minerali comunissimi in un gran numero di alimenti.

Ma allora perché un atleta di livello avanzato dovrebbe ricorrere alla loro integrazione?

Per due motivi: il primo è perché a causa di una dieta (si spera!) strettamente controllata non è infrequente che si verifichino carenze proprio di questi due minerali.

Inoltre, la supplementazione di zinco e magnesio, come dimostra uno studio condotto su giocatori di football americano di seconda divisione (quindi non certo gli ultimi scappati di casa che erano disponibili) ha dimostrato aumentare il testosterone del 30%.

Fonte: “Effects of a Novel Zinc-Magnesium Formulation on Hormones and Strength

In modo totalmente legale, se posso permettermi di aggiungere.


Anche se sei uno sportivo che già conosce i principi dell’integrazione, valga anche per te la seguente raccomandazione:

Prima di iniziare ad assumere un integratore che non conosci, chiedi sempre parere ad un medico o un nutrizionista.