Duelli intensi quelli tra Marc Marquez della Honda e Andrea Dovizioso della Ducati in questo campionato del mondo 2017. Questo è duello che abbiamo visto fino ad oggi in MotoGP e questo è quello che ci saremmo aspettati anche in questo gran premio australiano di motociclismo; peccato per l’italiano che ha subìto un brutto colpo durante i giri liberi e non è riuscito, a causa di ciò, ad essere competitivo: 11° in partenza e 13° alla fine.

I risultati della MotoGP di Phillip Island ci hanno fatto vedere la vittoria di Marc Marquez della Honda, che ha conquistato il sesto trionfo in stagione. A Phillip Island, Marquez ha concluso 1.799 secondi davanti al nove volte campione del mondo Valentino Rossi, e 1.826 secondi davanti all’altro Yamaha Maverick Viñales.

Dopo Phillip Island, Marquez ha aumentato il suo vantaggio su Dovizioso a 33 punti. L’italiano rimane come l’unico contendente al titolo di campione 2017 della MotoGP, in vista del penultimo round a Sepang, in Malesia, il 29 ottobre.

Lo spagnolo ha detto che è stata una gara incredibile, in cui sapeva che doveva spingere e difendere, ma anche attaccare. Dovizioso, al contrario, ha detto che “la gara di Phillip Island è stata una grande delusione e abbiamo davvero perso molti punti in campionato. Certamente il mio errore nelle prime fasi della corsa ha complicato le cose e forse anche la scelta del pneumatico posteriore non è stata la migliore, ma su questa pista la nostra moto è ancora molto impegnata”.

Phillip Island ci ha fatto vedere interessanti duelli tra Marquez e Rossi, Zarco e Rossi, Viñales e Marquez, Iannone e Zarco. Possiamo dire senza dubbio che si è trattato di un GP spettacolare come non se ne vedevano da tempo, in cui i sorpassi sono stati spesso molto veloci, sempre entusiasmanti.

Molto bello il duello per il secondo posto, tra Rossi, Viñales e Zarco: il romangolo è riuscito ad avere ragione degli altri due, ma alla fine tutti e tre si sono trovati attaccati sopra la linea finale. Il Dottore si conferma ancora in forma e in grado di stare tra i primi fino all’ultimo giro, Viñales è da tenere d’occhio, mentre Zarco diventa in maniera ufficiale “rookie dell’anno”.

L’inglese Crutchlow (LCR Honda) si è aggiudicato il quinto posto davanti all’italiano Iannone, Miller, Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) rispettivamente al settimo e ottavo posto, e infine una doppietta al nono e decimo posto per la Red Bull KTM F, con Espargaró e Smith.

Chiudo con la segnalazione di due interessanti canali per gli appassionati di motociclismo, uno è quello di Alberto Naska, un ragazzo che ne sa “a pacchi”, l’altro è quello ufficiale del MotoGP.

Phillip Island, Australia 2017: risultati finali

Category: Sportsbook
0