Sei un uomo e ti devi difendere da solo. Neanche tuo padre, suo malgrado, ti ha mai potuto proteggere.

Rifletti su questo, qualche istante dopo aver fatto due passi in un mondo alternativo in cui per una volta, una sola cazzo di volta, l’unica volta che ne hai davvero bisogno, c’è qualcuno che si schiera dalla tua parte. Che ti dice stai tranquillo, ci penso io. Che ti dice respira, non devi avere più paura del passato. Che ti dice non me ne laverò le mani.

Se neanche la Scienza è in grado di scindere il reale dal virtuale, dunque l’illusione merita un posto di pari dignità nell’esistenza. Dei milioni di universi possibili ti è stato assegnato quello in cui per illuderti di essere amato devi essere perfetto. Per lavorare devi essere perfetto. Per avere degli amici devi essere perfetto. Per poter guardare in faccia le persone devi essere perfetto.
E continuerai ad osservare uomini di merda farsi una famiglia, emeriti incapaci fare carriera, falsi e ipocriti collezionare conoscenze, gli infami ridere impunemente di te.
Ti capita qualcosa di bello, ma è solo un’ora d’aria che ti è stata concessa per buona condotta, niente di più.

Sei un uomo e ti devi difendere da solo, questo mi diceva mio padre mentre piano piano si rassegnava alla sua malattia.
Sei un uomo e ti devi difendere da solo.

UNFAIR

Category: Novels
0