Nelle ultime ore ha (ri)preso a circolare, specie sui dannatissimi social network, un video ripescato dalla tv polacca che mostra uno spezzone di una visita ufficiale di Joseph ” (ex) Papa Benedetto XVI” Ratzinger a Berlino durante la quale, in apparenza, alcuni vescovi e cardinali negano la stretta di mano al pontefice.

Il testo di accompagnamento (con poche variazioni)

Non è mai andato in onda in Italia; è stato ripreso dalla Tv polacca durante la visita di Benedetto XVI in Germania (22-09-2011). Guardate quanti vescovi, probabilmente gli stessi che lo hanno indotto a dimettersi, indietreggiano rifiutandosi di stringergli la mano e il Papa con quale umiltà affronta questa umiliazione  ripugnante da parte di chi crede di servire Cristo. Quanta ragione aveva quando diceva di quanta superbia e autosufficienza c’è dentro la Chiesa riferendosi a quanti da dentro non accettano il magistero e pretendono di fare una Chiesa a modo loro.

Davvero alcuni  vescovi e cardinali, di fronte alle telecamere e nel corso di un evento ufficiale, si sarebbero resi protagonisti di un gesto tanto eclatante?

Ovviamente NO.

Anche se la sola, superficiale, visione del video, unitamente alla tendenziosa didascalia, potrebbe trarre in inganno i più distratti. La realtà, come -quasi- sempre, è molto più semplice e meno crudele. Ma rimane nascosta da un classico, malizioso, artifizio di disinformazione: video estrapolato (e decontestualizzato) da un più lungo ed esaustivo footage, e interpretato arbitrariamente da un anonimo estensore.

Il video è stato girato durante il Viaggio Apostolico in Germania del Santo Padre, da 22 al 25 Settembre 2011 (cfr: http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/travels/2011/index_germania_it.htm ).

Il video integrale (visibile qui, richiede Silverlight: http://www.radiovaticana.va/player/index_fb.asp?language=it&tic=VA_7B2RY5PY ) mostra una realtà diversa. Al suo arrivo Benedetto XVI “presenta” i cardinali e i vescovi (molti di essi facenti parte dell’entourage in viaggio con lui) al Presidente Wulff.

La mano protesa dell’anziano pontefice, quindi, NON è alla ricerca di mani da stringere, ma è diretta ad indicare vescovi e cardinali al dignitario teutonico.

A tradire lo spettatore disattento è l’andatura incerta di Ratzinger e la mano tremolante. Soprattutto il fatto che alcuni prelati , al contrario di altri, stringono la sua mano in segno di cordialità. Tra gli “stringenti” si riconoscono Arcivescovo Woelki di Berlino, il Vescovo Wanke di Erfurt e l’Arcivescovo Zollitsch di Friburgo.

Tra i “non stringenti“, è riconoscibile il Cardinale Tarcisio Bertone (il primo a comparire nel video), Segretario di Stato Vaticano, che non avrebbe mai mancato di rispetto a Papa Ratzinger. Soprattutto: non pubblicamente.

Il gruppo quindi non si divide tra Pro e Contro Benedetto XVI, ma più semplicemente tra emozionatissimi Cardinali e Vescovi che “incontravano” il Papa e Cardinali e Vescovi che “erano già con” il Papa e sarebbe stata proprio la stretta di mano un gesto inutile e persino irrispettoso.

Questione di protocollo…

Infatti l’imbarazzo maggiore per il Papa, come ben spiegato sul sito BastaBugie.it (http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2000 ), è causato più da coloro che gli stringono la mano (gesto contrario al protocollo) che da coloro che invece tengono le mani laddove devono rimanere.

Altro elemento: quando il Papa (e non solo lui: chiunque) tende la mano per stringerla in segno di saluto cordiale si ferma e si pone di fronte alla persona, non di fianco:

Ad esempio:

oppure:

In conclusione

Ennesimo video spazzatura come solo Internet può sfornarne (tra l’altro ad un  ritmo forsennato): una storia inventata che sfrutta la dabbenaggine del “popolo del web” come cassa di risonanza. Quelli dal “convididi” facile, quelli dall’indignazione da salotto, ma incapaci di fare una semplice ricerca su Google.

Caso chiuso.

Papa Ratzinger e quelle strette di mano negate a Berlino… [video]

Category: Debunked
3